Un uomo morto per un’ora racconta di essere stato nell’aldilà

Morto resuscita e racconta il suo viaggio nell’Aldilà
Brian Miller, un camionista di 41 anni, è andato in arresto cardiaco per 45 minuti. Poi si risveglia come da un sogno
I medici ne avevano accertato la morte, il suo cuore si era fermato, per Brian Miller, 41enne camionista dell’Ohio, la vita era finita. Si era sentito male alla guida del suo grosso automezzo e aveva chiesto soccorso. Al personale dell’ambulanza che l’ha raccolto aveva detto: “sto per avere un attacco di cuore”. Arrivato all’ospedale gli è stato contrastato subito l’attacco cardiaco ma poco dopo è andato in forte fibrillazione ventricolare e per lui non c’era stato più niente da fare. A quel punto il camionista è stato dichiarato morto. Ma dopo poco meno di un’ora si è miracolosamente risvegliato. Brian Miller al suo ritorno in vita ha svelato di essere stato trasportato in un mondo celeste, raccontando di avere subito visto una luce che ha cominciato a seguirne la scia. A un certo punto, si è ritrovato in un viale fiorito e ha scorto una luce bianca all’orizzonte. In questo luogo di pace e serenità, ha incontrato e ha parlato con la matrigna, morta poco tempo fa. Poi il risveglio come da un sogno. Un breve viaggio nell’Aldilà. La sua storia ha dell’incredibile, basti pensare che le linee guida ospedaliere prevedono che, in seguito ad un arresto cardiaco, si proceda ad una rianimazione per circa 20 minuti. Superati i 20 minuti si può dichiarare il decesso.